Trattativa rinnovo CCNL Autoferrotranvieri ed Internavigatori

Trattativa rinnovo CCNL Autoferrotranvieri ed Internavigatori

Roma, 13 dicembre 2023

Appena concluso l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni Datoriali sul rinnovo CCNL Autoferrotranvieri e Internavigatori (Mobilità TPL). Nel proseguire il confronto sui temi delle Relazioni Industriali, le parti hanno approfondito le diverse argomentazioni. Il prossimo incontro è previsto per il giorno 20 dicembre p.v.

REVISIONE CODICE DELLA STRADA: UGL FNA, BENE CORPUS, MA ATTENZIONE ALLE CORSIE PREFERENZIALI PER IL TPL ED ALLA DISTINZIONE TRA PATENTE  PROFESSIONALE E PERSONALE

REVISIONE CODICE DELLA STRADA: UGL FNA, BENE CORPUS, MA ATTENZIONE ALLE CORSIE PREFERENZIALI PER IL TPL ED ALLA DISTINZIONE TRA PATENTE PROFESSIONALE E PERSONALE

La Ugl Autoferrotranvieri, audita dalla Commissione Trasporti della Camera nell’ambito dell’esame dei progetti di legge recanti interventi in materia di sicurezza stradale e delega per la revisione del codice della strada, ha espresso parere favorevole per un intervento legislativo corposo, che interviene ad aggravare le pene in caso di guida in stato di ebbrezza o sotto l’uso di stupefacenti, nell’ottica di una garanzia generale della sicurezza e della prevenzione degli incidenti stradali, considerando i numeri che nel 2021 riportano l’aumento dell’incidentalità con un tasso del 28,4 % rispetto al 2020.
“Apprezziamo anche la proposta di dare delega al Governo per una revisione complessiva del Codice della Strada, che possa superare la stratificazione delle norme intervenuta nella costruzione di un corpus più snello, attuale ed efficace, prosegue l’Organizzazione. “Due le notazioni principali poste all’attenzione della Commissione: innanzi tutto la necessità di garantire la viabilità sulle corsie preferenziali dedicate al trasporto pubblico locale.
L’esclusività al passaggio dedicata ai mezzi di trasporto persone deve essere un pilastro su cui garantire le certezze della viabilità, sia per una questione di sicurezza di eventuali altri fruitori (si pensi alle corsie ad alta frequenza, con marcia inversa rispetto al senso stradale), ma anche per poter assicurare al trasporto pubblico locale una maggiore velocità commerciale. Se è vero, infatti, che il trasporto pubblico locale garantisce un bene costituzionalmente riconosciuto, ovvero il diritto alla mobilità, le condizioni in cui il trasporto viaggia devono poter essere prioritarie rispetto al traffico privato, intendendo in quest’ottica anche la micro mobilità, anche nella condivisione delle strade tra veicoli a motore e velocipedi.
“Chiediamo che la trattazione e le norme relative alle corsie preferenziali siano garantite, dunque, e non lasciate alla discrezionalità del singolo Comune, per una maggiore aderenza pubblica dell’utilità e dell’atrattività del trasporto. Altro tema fondamentale riguarda la condizione dei lavoratori che utilizzano la propria patente per l’esercizio della propria mansione: abbiamo chiesto alla Commissione di distinguere nettamente la patente personale da quella professionale: serve un approccio equilibrato alla sicurezza stradale, quindi serve il doppio canale di valutazione e sanzione per evitare squilibri nella gestione della sicurezza ed ulteriori aggravi per chi garantisce la mobilità pubblica cittadina”, conclude l’Ugl Fna.

RICHIESTA DI INCONTRO A BUSITALIA PADOVA

RICHIESTA DI INCONTRO A BUSITALIA PADOVA

Il Segretario Nazionale, Fabio Milloch, richiede una convocazione con carattere di urgenza a Busitalia Padova, congiuntamente al Segretario Ugl Autoferro di Padova, Fabio Bigon, relativamente all’accordo ed alla erogazione del Premio di Risultato. E’ forte la critica della Ugl Autoferro nei confronti di un premio di risultato davvero esiguo, che lede un mestiere così
complesso ed impegnativo come quello degli Autoferrotranvieri.
Nella richiesta, il Segretario infatti dichiara: “Contestualmente, siamo a richiederVi, a tutela della dignità e della professionalità dei colleghi interessati e di una professione, quella degli

Autoferrotranvieri, meritevole di un concreto rispetto, di voler accogliere ogni richiesta di lavoratori rinunciatari del PdR da voi indicato, che dovesse pervenire alla vostra attenzione”.

TPL: SINDACATI “SERVE IMPEGNO SU AUMENTO RISORSE E AVVIO RIFORMA”

TPL: SINDACATI “SERVE IMPEGNO SU AUMENTO RISORSE E AVVIO RIFORMA”

ROMA (ITALPRESS) – “Un impegno da parte del Governo, del Parlamento e dei gruppi di Camera e Senato per aumentare le risorse e definire una riforma strutturale del trasporto pubblico locale”. Lo chiedono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro in una lettera inviata al ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti e al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini e ai gruppi parlamentari di Camera e Senato, sottolineando nella
missiva che “questo, in considerazione delle criticità del settore e della scadenza del contratto nazionale che coincide con l’approvazione della manovra di bilancio, è il momento di agire a garanzia del sistema, a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici e della cittadinanza. Gli effetti negativi della crisi economica e salariale – scrivono le organizzazioni sindacali – in un settore esposto a criticità strutturali, dovute all’assenza di una riforma e all’insufficienza delle risorse del Fondo nazionale rasporti, stanno generando una serie difficoltà nell’ingaggio di nuovo organico, soprattutto autisti, nonché significative ripercussioni sull’erogazione del servizio e sulle condizioni lavorative del personale front line a causa di aggressioni quotidiane”.
TPL: SINDACATI “SERVE IMPEGNO SU AUMENTO RISORSE E AVVIO RIFORMA”-2- “Il settore – chiedono infine le organizzazioni sindacali nella lettera al Governo – necessita di interventi mirati e non più procrastinabili quali, prioritariamente, l’aumento e l’indicizzazione del Fondo nazionale trasporti, la rivisitazione dell’impianto legislativo che regolamenta il settore, la redazione di un nuovo Testo unico del Tpl, l’ampliamento dei bacini minimi di gara ed interventi concreti e risolutivi, volti a garantire la
sicurezza degli operatori del settore e di tutta l’utenza dei mezzi pubblici”.

UGL AUTOFERRO: FABIO MILLOCH RIELETTO SEGRETARIO NAZIONALE ALL’UNANIMITA’

UGL AUTOFERRO: FABIO MILLOCH RIELETTO SEGRETARIO NAZIONALE ALL’UNANIMITA’

Nelle giornate del 20, 21 e 22 settembre, presso l’Hotel Antonella di Pomezia, si sono svolti i lavori del VI Congresso della Federazione Ugl Autoferro, intitolato “IL FUTURO DEL TRASPORTO PUBBLICO”, che ha visto la riconferma alla sua guida del Segretario Fabio Milloch, segno della soddisfazione e della fiducia dei risultati raggiunti dall’intera Federazione. Il Segretario, rinnovato all’unanimità, ha dato l’avvio al Congresso con una relazione ricca di contenuti: dalle sfide del PNRR sui trasporti, agli investimenti necessari, dalla necessità della rivisitazione del salario degli autoferrotranvieri alla denuncia forte della piaga delle aggressioni del settore.
Parterre d’eccezione per quest’assise: dagli ospiti della politica, alle Istituzioni ed alle Associazioni Datoriali ed alle Organizzazioni Sindacali. Hanno portato il loro saluto ed il loro intervento ricco di spunti ad una platea numerosa di delegati e delegate giunti da tutta Italia, l’on. Salvatore Deidda, Presidente della Commissione Trasporti alla Camera, il senatore Claudio Durigon, Sotto Segretario al Lavoro, il senatore Maurizio Gasparri, Vicepresidente del Senato, il deputato Marco Osnato, gli Europarlamentari Nicola Procaccini, Carlo Fidanza e Susanna Ceccardi, i Consiglieri Regionali del Lazio Fabrizio Ghera, Marco Bertucci, Micol Grasselli.  Significativi e proiettati verso una nuova intensa stagione contrattuale gli interventi dei Presidenti delle Associazioni Datoriali Asstra Andrea Gibelli, Anav Nicola Biscotti ed Agens Arrigo Giana, così come il Commissario della Commissione Garanzia Sciopero Paolo Reboani ed il prof. Dario Lo Bosco Presidente di RFI, che ha arricchito la visione congressuale con la prospettiva del trasporto su ferro.   Presenti i Segretari di Filt Cgil Daniele Fuligni, Fit Cisl Eliseo Grasso, Uiltrasporti Roberto Napoleoni e Faisa Cisal Mauro Mongelli.
E’ intervenuto il Segretario Generale dell’Unione Generale del Lavoro, Francesco Paolo Capone.
I lavori congressuali sono stati anche preziosa occasione per un momento toccante e significativo, con la presenza del fuciliere Massimiliano Latorre a presentare il libro “Il sequestro del marò” e a raccontare, con commozione e tenacia, una storia di valore e di disciplina, un atto straordinario di responsabilità eroica.
“Ci vuole coraggio a fare l’Autoferrotranviere oggi. Serve la forza delle idee ed il coraggio di viverle, specie quando questa scelta implica l’affrontare responsabilità immani ed un destino che può non essere gentile”.

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [475.67 KB]

Bus Mestre: Sindacati, altra tragedia colpisce pesantemente i trasporti

Bus Mestre: Sindacati, altra tragedia colpisce pesantemente i trasporti

Il settore sta vivendo fase drammatica

Un’ altra tragedia colpisce pesantemente i trasporti. Ad affermarlo Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro sull’incidente di Mestre, aggiungendo che il nostro pensiero va prima di tutto alle vittime, dall’autista ai passeggeri, alcuni dei quali sopravvissuti ma la cui condizione rimane gravissima.
Non è possibile fermarsi alla sola manifestazione di cordoglio e dolore – proseguono le organizzazioni sindacali – ma per evitare tragedie simili è certamente necessario osservare però come il settore dei trasporti stia vivendo una fase drammatica rispetto alla quale è necessaria una riposta di sistema che guardi alla qualità delle infrastrutture, alla condizione reale dei settori, agli adeguamenti necessari sul piano della sicurezza e alla qualità del lavoro. Temi sui quali da tempo richiamiamo le istituzioni alle loro responsabilità.

Rimaniamo in attesa – dichiarano infine Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro, che si faccia luce sulle dinamiche anche per assumere le opportune iniziative.